Comunicato stampa


Soffia un vento conservatore sull’Università di Verona.
Annullato incontro con il SAT PINK di Verona e Padova.

In occasione della Giornata Internazionale contro l’OmoLesboBiTransfobia il SISM, Segretariato Italiano Studenti di Medicina dell’Università di Verona, ha chiesto al SAT PINK di essere presente all’incontro “LA MERENDA TEMATICA”, per discutere con loro di Transessualità, con la presenza di due operatori Trans del SAT PINK, in programma martedi 16 maggio.

La cosa ci ha subito trovato molto entusiaste/i, l’ambiente universitario è per noi cruciale, soprattutto perché quelli che vi avrebbero partecipato saranno i medici del futuro e rfornire formazione e informazioni sulle persone transessuali è altamente positivo al fine di una reciproca conoscenza e per un corretto approccio sotto il profilo medico-sanitario. Il SAT PINK ha già organizzato in passato un convegno presso l’ateneo di Borgo Roma con una buona partecipazione di operatori sanitari, osteggiato, però, dall’estrema destra veronese e da Christus Rex.

In questi giorni ci è stato comunicato dai rappresentati veronesi del SISM che l’incontro è stato annullato per apparenti motivi di indisponibilità di aula e di una non ben chiara procedura di comunicazione interna all’università: sembra, infatti, che mancasse la firma di un docente per poter autorizzare l’iniziativa. Noi non conosciamo le prassi interne di programmazione delle loro attività, tuttavia ci è parso molto strano che all’ultimo venisse annullato l’incontro previsto da settimane e che gli studenti siano stati incoraggiati, dal Presidente del Corso di Laurea, a trasferire l’attività altrove, come da loro comunicatoci.

L’Università di Verona è sotto ai riflettori per varie polemiche, rea di dar troppo spazio alle tematiche GLBT. Accuse che, ovviamente, arrivano dal mondo dell’integralismo cattolico locale e nazionale: che sia forse questa la vera causa dell’annullamento dell’iniziativa programmata per martedì 16 maggio presso la facoltà di medicina a Verona? Vogliamo credere alla buona fede degli studenti del SISM ma il dubbio è molto forte, dubbio che forse anche loro hanno condiviso ma a cui non hanno dato risposte.

Abbiamo anche chiesto che l’incontro venisse spostato ad altra data, proprio per agevolare quelle procedure burocratiche che non erano state correttamente seguite, ma gli studenti del SISM hanno preferito congelare l’iniziativa. Diffonderanno in ogni caso il materiale di infografiche preparato per l’occasione. Se l’intento era far passare dei contenuti legati alla transessualità in occasione della Giornata Internazionale contro l’OmoLesboBiTransfobia possiamo dire che la faccenda si fa ancora più triste e preoccupante.

Al SISM il SAT PINK ha proposto anche un corso di formazione sempre sulla transessualità e sul percorso di transizione, e ci auguriamo che tale corso possa trovare cittadinanza presso la facoltà di medicina: l’accoglienza è stata positiva. Speriamo che lo si voglia organizzare e ospitare in via ufficiale, questo fugherebbe ogni nostro ragionevole dubbio.

SAT PINK, CIRCOLO PINK.