Gli anni passano e il nostro servizio cresce.
Il SAT PINK, Servizio Accoglienza Trans/Transgender di Verona e Padova si costituisce come associazione.

Dopo 5 anni dalla sua nascita a Verona e dopo aver aperto, il 21 ottobre 2015, uno sportello anche nella città di Padova, il SAT PINK, Servizio Accoglienza Trans/Transgender di Verona e Padova, si è costituito come Associazione.

Il servizio, fortemente voluto e sostenuto dal Circolo Pink di Verona e che ne ha promosso la fondazione e la creazione, in questo periodo di assidua attività ha seguito oltre 200 persone, che ad esso si sono rivolte per trovare sostegno, accoglienza, ascolto e per iniziare, continuare o completare il percorso di transizione. Numerosi sono stati i traguardi raggiunti, come le collaborazioni con professionisti del settore medico-sanitario e legale, con gli altri servizi rivolti alle persone Trans e Transgender sia in Italia che all’estero, la partecipazione a numerosi convegni, conferenze e al progetto finanziato dall’U.N.A.R. (Ufficio Nazionale contro le Discriminazioni Razziali) per la creazione e il potenziamento di Sportelli trans e transgender sul territorio nazionale. Sicuramente, uno dei maggiori motivi di orgoglio e di forza del Servizio sono i gruppi di sostegno e mutuo aiuto gestiti da persone trans/transgender, che si sono rivelati essere una risorsa fondamentale nonché punti di riferimento per tutti coloro che li frequentano, sia a Verona che a Padova.

I numeri di accesso, sempre in costante aumento, dimostrano, se mai ve ne fosse necessità, di quanto fosse fondamentale la creazione di un servizio interamente dedicato e rivolto alle persone trans e transgender del Veneto e regioni limitrofe che ora possono iniziare il loro percorso di transizione presso il SAT PINK di Verona e Padova, il quale offre non solo servizi, ma anche sostegno, ascolto e confronto.

Il SAT PINK, ha, ora, una presidente, un vicepresidente e un direttivo il cui scopo è quello di coordinare nonché migliorare e potenziare il Servizio e tutto ciò che esso offre e propone: l’obiettivo principale rimane sempre invariato e il medesimo, ossia il benessere delle persone trans/transgender, oltre che quello di partecipare, in maniera sempre più presente e attiva, a progetti e bandi locali, nazionali, internazionali per trovare i fondi necessari per supportare le attività, gestite da 12 sportelliste/i volontarie/i presenti nelle due città in cui gli Sportelli hanno sede. La formazione rimane un punto fermo, è già pronto, infatti, un fitto programma di incontri, alcuni dei quali aperti a tutta la comunità GLBT.

La collaborazione con il Circolo Pink non verrà sicuramente meno, non solo poiché il SAT PINK continuerà, a Verona, a essere ospitato nella sua sede, ma anche in quanto condivide i medesimi principi ispiratori e battaglie per il rispetto e l’affermazione dei diritti di tutti/e.​

Grazie a tutte quelle persone che in questi anni hanno contribuito a fra crescere il nostro servizio, è anche grazie a loro che abbiamo raggiunto questo risultato.

SAT PINK